ELIMINIAMO IL CONSUMO DELLE BOTTIGLIE DI PLASTICA PER POTER BERE ACQUA PIU’ BUONA

L’inquinamento è sempre più presente sul pianeta e chiaramente la colpa è soltanto nostra. Ormai è diventato praticamente impossibile evitare di inquinare, nonostante l’impegno che molte persone mettono nel cercare di sensibilizzare gli altri su questo allarmante e dilagante problema e tutti i loro sforzi per attutire l’impatto che il consumo di plastica e altri materiali ha sulle nostre vite e quello del pianeta. Oggi vogliamo offrirvi alcuni consigli utili per ridurre la quantità di plastica utilizzata e di conseguenza.

In Italia il consumo pro-capite di acqua minerale è uno dei più alti al mondo: il terzo per la precisione; il primo in Europa. In un anno in Italia si utilizzano oltre 6 miliardi di bottiglie di plastica da 1,5 litri, per le quali si impiegano 456mila tonnellate di petrolio e si emettono 1,2 milioni di tonnellate di anidiride carbonica. Solo un terzo delle bottiglie viene effettivamente riciclato; il resto finisce in discarica, inceneritore o dispersa nell’ambiente. La produzione di 1kg di PET – equivalente a 25 bottiglie da 1,5 litri – consuma 2kg di petrolio e 17,5 litri d’acqua; il processo rilascia nell’atmosfera oltre all’anidride carbonica, idrocarburi, ossidi di zolfo, di azoto e di carbonio.

BUONA, SICURA, CONVENIENTE E “VERDE”
Un litro di acqua del rubinetto costa mediamente 2 millesimi di euro. L’acqua minerale, invece, può arrivare a costare centinaia di volte tanto. Senza parlare poi dell’inquinamento, dello spreco di risorse ambientali ed energetiche. L’acqua del rubinetto invece è già lì, nelle nostre case. È buona e sicura, ti fa risparmiare tempo, soldi e non produce rifiuti.

Acqua di rubinetto. Se tutte le persone cominciassero a bere l’acqua di rubinetto, oltre a risparmiare, i rifiuti di plastica diminuirebbero in maniera esponenziale.Uno dei più grossi consumi di plastica avviene proprio a causa delle bottiglie dell’acqua. L’acqua  se opportunamente depurata è anche meglio perché ricca di sali minerali.

GLI OBBIETTIVI DI WIIN

FornirVi acqua di alta qualità’ e buona da bere con relativi benefici collegati;

  • dare alle famiglie opportunità concrete di risparmio economico: la spesa media per l’acqua minerale di una famiglia italiana è grosso modo equivalente alla bolletta idrica
  • concorrere alla riduzione di rifiuti: meno plastica, meno consumo energetico, meno inquinamento
  • sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della risorsa idrica contrastandone lo spreco
  • avvicinare la popolazione al consumo domestico dell’acqua di rubinetto depurata.